Quarta lezione di agricoltura biologica

La quarta lezione sarà ospitata dall’Az. Agr. L’Usignolo a Cedegolo (BS) in Località Deria presso la Casa di Paglia dove si parlerà di “ARCHITETTURA SOSTENIBILE IN MONTAGNA” e ci sarà la possibilità di partecipare a workshop e laboratori per bambini.                 

 

<<Sabato 7 maggio e domenica 8, due giornate dedicate a tutti coloro che desiderano approfondire il tema della sostenibilità e del risparmio energetico da un punto di vista architettonico, economico e sociale.

Uno sviluppo sostenibile, edilizia sostenibile inclusa, è la vera sfida del nostro tempo, non solo a livello tecnico, ma anche culturale, spirituale, artistico, etico ed architettonico.

Se intendiamo realmente ricollegarci alla terra, dobbiamo cambiare la nostra percezione e il nostro modo di relazionarci, «abitare non è primariamente occupare, ma l’avere cura e creare quello spazio nel quale qualcosa di individuale sorge e prospera».

La “casa di paglia” è insieme centro sperimentale di ricerca e abitazione dimostrativa, realizzata con le più innovative soluzioni di bioedilizia e risparmio energetico. C’è il processo del lavoro creativo, la fatica di provare e riprovare per sperimentare delle opportunità di vita ed insediative assai differenti. L’obiettivo è quello di progettare insediamenti duraturi, il più possibile simili ad ecosistemi naturali, tramite il riconoscimento, l’utilizzo e l’armonizzazione delle componenti del paesaggio (morfologia, clima, terreno, acqua, vegetazione, animali) sviluppando rapporti di sostegno reciproco tra gli elementi dell’ambiente e i bisogni delle persone.

 Esperienza, entusiasmo e passione per la sostenibilità ambientale hanno dato inizio ad un vero e proprio cantiere di iniziative, un laboratorio di sperimentazione continua, sempre aperto a nuove idee.

 Insieme a esperti artigiani e preziosi custodi del “saper fare territoriale” che ogni giorno con il proprio appassionato lavoro valorizzano materiali naturali locali che vivono con l’uomo da sempre come paglia, legno, calce, argilla, pietra locale, fibre vegetali e lana saremo accompagnati alla scoperta della straordinaria esperienza che parte dai preziosi doni della natura, materiali tradizionali naturali, riciclati, riciclabili e biodegradabili e arriva ad un prodotto finito di uso contemporaneo .

 I bambini potranno vivere una concreta esperienza diretta del territorio che integra armoniosamente l’uomo con l’ambiente e i suoi elementi (abitazione, alimentazione, risorse naturali, relazioni umane e sociali) e accompagnati alla percezione del luogo e a conoscere il senso delle tracce in esso riconoscibili mediante l’interattività con i materiali naturali e gli antichi saperi in laboratori coinvolgenti e divertenti.

Chiunque sia minimamente interessato a questi temi può trovare inedite e originali risposte anche e soprattutto da toccare con mano!>>

Sara Tosini

PROGRAMMA

INCONTRI | Sabato 07 maggio 2016 Ore 09.30-13.00

  • Riqualificazione del paesaggio alpino a partire dai fabbricati rurali tradizionali attraverso la bioedilizia a cura di Ing. Sara Tosini
  • Il legno, Perch è solo bruciarlo? Il legnourbano e quello del bosco dietro casa sono una risorsa per creare una filiera di persone che fanno economia. Si puó fare, e noi lo facciamo a cura di Carlo Petrolo Servizio di Segheria Mobile
  • L’utilizzo della calce e dell’argilla cruda per garantire il confort negli edifici a cura di Paolo D’Alpaos e Luca Fonti di Terragena
  • Promozione di politiche di valorizzazione attiva del territorio a cura del dott. Agronomo Guido Calvi per il Parco Adamello

TEMATICHE :

  1. Interazione tra progetto dell’ambiente costruito e processi di sviluppo Locale: Architettura alpina come sviluppo locale sostenibile attraverso un recupero del patrimonio architettonico che colga i caratteri di una nuova vita delle Alpi (ricerca di modi di abitare diversi da quelli urbani, attenzione per la qualità materica delle cose, il desiderio di stili di vita a cavallo tra contemporaneità e storia)
  1. Collegamento con realtà economica e produttiva locale: Architettura alpina come valorizzazione del “saper fare territoriale” (filiera del legno, filiera della calce, filiera della lana, filiera della pietra);
  1. Sforzo politica locale di promuovere concretamente le buone pratiche edilizie: promozione di politiche di valorizzazione attiva del territorio, possibilità di incrociare la riqualificazione energetica degli edifici con la riqualificazione del paesaggio costruito, recupero del patrimonio architettonico esistente.

Nella parte iniziale si daranno  gli elementi  per una conoscenza della storia socio-economica delle pratiche insediative alpine nella tradizione costruttiva  locale. Nel nucleo centrale del convegno verranno affrontati vari aspetti tecnici della progettazione  e della costruzione di edifici in legno, paglia con l’utilizzo della lana, calce e argilla come esperienze contemporanee, sia nell’ambito del risanamento  conservativo e della riqualificazione degli edifici, che in quello dell’innovazione e della sperimentazione progettuale e costruttiva, nell’edilizia ecologico-sostenibile alpina. Nella parte conclusiva si parlerà dell’ interazione con i processi di sviluppo locale.

WORKSHOP | Sabato 07 maggio 2016 ore 14.30-18.00 e domenica 08 maggio 2016 ore 10.00 -17.00

  • RICOSTRUIRE I MURETTI A SECCO
  • LAVORARE E SCOLPIRE LA PIETRA a cura degli scalpellini di Braone sabato 14.00-16.00
  • INTONACI IN TERRA CRUDA E INTONACI A CALCE a cura di Paolo D’Alpaos e Luca Fonti sabato 15.00-16.00
  • COSTRUZIONI IN PAGLIA a cura del Geom. Grappoli Andrea
  • LA VALORIZZAZIONE DEL LEGNO LOCALE : LAVORAZIONE CON LE ANTICHE E MODERNE TECNICHE a cura di Carlo Petrolo Segheria mobile del Ticino

LABORATORI PER BAMBINI | Domenica 08 maggio

  • Lana e feltro a cura dell’associazione Coda di Lana 14.00-16.00
  • Argilla e paglia (dall’impasto alla costruzione di un mattone) a cura dell’Associazione Lontano verde 10.00- 17.00

Scarica qui il volantino della quarta lezione. Per avere il programma di tutte le lezioni scarica qui e per lalocandina delle due giornate all’Az.Agr. L’usignolo scarica qui.

 


https://www.facebook.com/BioDistrettoValleCamonica
https://twitter.com/BdValleCamonica
SHARE

Comments are closed.